Il matrimonio è una festa, un evento gioioso al quale voi, ma soprattutto i vostri invitati,dovrete divertirvi e allora cosa c’è di più coinvolgente e magico della musica per intrattenere piacevolmente i vostri ospiti?

Certo avrete la musica di coppia, quella che vi rappresenta e che vi fa emozionare. Ma in questo caso si tratta di scegliere una intera play list che dovrà accompagnarvi durante tutto il ricevimento e scandire i momenti più importanti e salienti come ad esempio il primo ballo o il ballo padre e figlia. Insomma la scelta non è facile e dovrete tenere in considerazione diversi fattori.

7 (3)

Target degli invitati

Prima di tutto valutate l’età dei vostri invitati per decidere generi e ritmi che possano essere apprezzati più facilmente da tutti. Certamente l’età non è la sola variabile che determina un gusto anzi, ma considerate comunque che musiche moderne e ritmi da discoteca sono più apprezzati da un folto gruppo giovane e che dovranno essere intervallate da pezzi differenti che possano far scatenare anche i meno giovani!

Ritmo

Ad ogni momento il suo ritmo e la sua musica: cena o pranzo, primo ballo, ballo della sposa con il suo papà, lancio del bouquet o taglio della torta. Insomma non dimenticate per quale momento state scegliendo il brano per evitare che non vi sia sintonia tra ciò che accade e le emozioni che volete trasmettere.

5 (3)

Condivisione e collaborazione

Coinvolgete amici e parenti più intimi. Fatevi aiutare nella scelta, scoprite i generi che i vostri invitati apprezzano e inseriteli nella vostra play list. Certo il matrimonio è il vostro ma deve essere divertente soprattutto per i vostri ospiti. Create una mail di gruppo, una chat in whatsapp o quello che reputate più utile e comodo e raccogliete più spunti possibili.

Stabilite uno o più generi (rock, house, pop, commerciale, latino, e tanti altri) per facilitare la selezione e che tengano conto di tutto quello di cui abbiamo parlato fino ad ora. Stabilendo uno o più generi faciliterete anche la ricerca a voi e agli amici e parenti che avete assoldato per aiutarvi.

4 (5)

Budget lowcost

Non dimenticate che creare una play list può anche essere un modo per risparmiare su una piccola voce del budget perciò potrebbe essere interessate per chi vuole risparmiare o spendere di più in altri dettagli.

Insomma creare la propria play list è di certo un impegno aggiuntivo a tutto quello a cui dovrete già pensare, ma vi divertirete e se lo farete nel modo giusto permetterete ai vostri ospiti più cari di sentirsi parte dell’evento anche nelle fasi dei preparativi!

Foto ADAM.ALEX Testi Martina Saliva