Poche regole facili da ricordare

Si pensa sempre a tutto: i fiori, l’abito, la location, il menù ma poi al momento di entrare in chiesa vi assale il panico! A destra? A sinistra? Veloce o lento? Ma le fedi prima o dopo?

Ecco perché oggi parleremo dei tempi di ingresso e d’uscita in chiesa.In quei momenti dovrete sapere esattamente cosa fare poiché l’ansia la farà da padrona soprattutto se non avete pensato a qualcuno che si dedichi a dirigere il tutto.

5 Eric photography

Foto Eric Photography

Partiamo con l’ingresso in chiesa, il momento più magico ed emozionante. Protagonista non è solo la sposa perché anche lo sposa avrà il suo ingresso. Una volta fatti accomodare gli invitati (per tradizione, dando le spalle alla porta d’ingresso, si siederanno a sinistra gli ospiti della sposa mentre a destra quelli dello sposo), lo sposo con la madre a braccetto percorreranno la navata. Dovendo lui arrivare a destra terrà la madre alla sua sinistra e una volta giunto al suo posto aspetterà in piedi, leggermente voltato (non vorrete mica perdervi l’emozionante ingresso della vostra amata guardando il celebrante?), l’arrivo della sposa mentre la madre prenderà posto nei primi banchi sul lato del figlio, perciò a destra.

3 Cjmann

Foto Cjmann

Questo ingresso, spesso trascurato, non va privato della musica. E’ bello poter scegliere un brano ad hoc per l’occasione anche per attirare l’attenzione di qualche invitato distratto.Una volta entrato lo sposo sarà il turno dei testimoni, che possono entrare in coppia uomo/donna, e della madre della sposa con il padre dello sposo. Questi ultimi possono anche entrare in coda dopo la damigella d’onore.Arriva poi finalmente il tanto atteso ingresso della protagonista indiscussa di questa giornata, la sposa.  Questa sarà accompagnata dal padre che la terrà alla sua sinistra. La marcia nuziale detterà i tempi dell’ingresso.

Per quanto riguarda il corteo, in base a quelli che saranno i protagonisti delle vostre nozze, l’ordine sarà il seguente

  • Paggetto/i con le fedi e flowergirls con cestino di petali/coriandoli
  • Damigelle che apriranno la strada alla sposa
  • Sposa e padre 
  • Damigella d’onore che entrerà per ultima per sistemare l’abito della sposa ed il velo

800_4772 (1)

Foto Manuel Rusca Specchiomagico

Terminato il corteo vi sono diverse possibilità: se la sposa indossa il velo il padre può toglierlo e poi baciarla oppure baciarla sulla forte con ancora il velo indosso e toglierlo dopo. Se la sposa invece non indossa il velo il padre può baciarla sulla mano o sulla fronte. Inoltre può decidere se stringere la mano o baciare il genero, questo naturalmente in base al rapporto che ha con lui. Una volta che padre e figlia si sono separati può avere inizio la cerimonia al termine della quale anche l’uscita dovrà essere organizzata. La tradizione vuole che gli sposi siano i primi ad uscire subito dopo seguiti damigelle, paggetti e le flowergirls, dai genitori (prima quelli della sposa, poi quelli dello sposo), e i testimoni, il resto della famiglia.Infine tutti gli altri invitati. Ma si sa che ormai per consuetudine saranno gli sposi gli ultimi ad uscire per far sì che tutti possano gioire per il lieto evento lanciando petali, coriandoli o riso!

Perciò il corteo può essere mantenuto salvo eccezione per gli invitati che saranno i primi a sgattaiolare fuori in attesa della coppia!

2 Eric vest

Foto Eric Vest

Insomma queste sono le regole base per l’ingresso e l’uscita degli sposi ma se tutto ciò vi sembra difficilissimo da ricordare o temete che la vostra damigella presa dall’ansia non riesca a entrare nel momento giusto non importa, la vostra wedding planner custode sarà lì con voi anche per questo!

 

Testi Martina Saliva

Foto copertina Daniela Zappalà e Diego Cocco – FOTO2D